Gruppoicat
1995
Bamako
Yesretail
ecommerce2
di Gabriele Filieri – SEO Strategist Bamakò srl

Curare l’immagine di un Brand senza partire da un preciso obiettivo strategico, costantemente monitorato e monitorabile, è come sparare nel mucchio con poche (o nessuna) possibilità di riuscita. Perciò uno dei primi step, per chi si occupa di digital strategy e vuole raggiungere risultati importanti in termini di seo e brand positioning, è quello di conoscere a fondo il proprio target. Ne ho discusso il 9 giugno, durante il workshop sul customer journey, nell’ambito del Forum della Comunicazione di Milano a cui l’Agenzia Bamakò ha preso parte in qualità di Creative Partner. Vorrei dunque proporvi un sunto del mio intervento, nel quale mi sono soffermato sulla specificità di una singola case history gestita di recente dal nostro team.

1 Individuo i touchpoint

Gabriele Filieri al Forum della Comunicazione

È solo inviduando dei touchpoint (punti di contatto) dei canali di comunicazione che si può sperare di raggiungere il giusto grado di empatia con prospect e potenziali clienti. Per capire, poi, dove voglio arrivare con la mia strategia digitale, individuerò i KPI più idonei per misurare l’efficacia del lavoro on going.

2 Gestire le redini dei social

Gabriele Filieri parla di posizionamento al Forum della Comunicazione

Ma a cosa serve raggiungere awareness e autorevolezza sul web? È un costo superfluo per un’azienda? Tutt’altro, è la linfa vitale da cui, se ben gestita, può sgorgare come naturale conseguenza anche un rilevante incremento in termini di fatturato. Ovviamente, prima di arrivare a questo punto, occorre seminare nel lungo periodo e avere la pazienza di attendere i frutti: la brand identity non si costruisce da un giorno all’altro, perché il processo di reach engagement sedimenta nel tempo, esattamente nello stesso modo in cui prendiamo fiducia in una persona che da perfetta sconosciuta diventa un nostro punto di riferimento. Affinché un aumento del traffico sul sito e sui canali digitali possa procedere di pari passo con la brand awareness, è necessario che il marchio non trascini per inerzia la propria presenza in rete, ma ne porti le redini con una certa padronanza.

3 User experience & keep in touch

User experience posizionamento seo

Ed è qui che si gioca tutta la partita, laddove la user experience e l’usabilità di un sito web o la freschezza di una comunicazione social sono in grado di influenzare non soltanto il posizionamento seo della marca, ma anche i processi d’acquisto degli utenti. Per questo, una buona struttura di marketing guiderà le singole persone nella percezione dei propri bisogni e in tutto il percorso che sfocia nella fase di acquisto; al tempo stesso, però, è di primaria importanza analizzare il comportamento post-acquisto e mantenere i contatti con il proprio pubblico target.

 

 

Close